Una precisazione ci viene da un nostro grande poeta, Giacomo Leopardi: “la grandezza era venuta a noia già dopo il primo giorno”. Ecco, l’uomo, ovunque si trovi, vuole continuamente lo stimolo della novità, esige la grandezza ma i capolavori stancano presto e richiedono di alzare un po’ l’asticella, affinchè l’adrenalina scorra veloce nelle nostre vene. Con Roma, a dire la verità, si fa però un po’ fatica a stancarsi: quello che rende il turismo della Capitale unico e anomalo è la straordinaria qualità delle sue attrazioni. I monumenti della città sembrano talmente famosi e universali che finiscono per non appartenere a nessuno… Sono parte e patrimonio dell’umanità in senso letterale. Riprendiamo poi una citazione del giornalista Francesco Longo (che si ispirava molto probabilmente dalla figura di Johann Wolfgang Goethe): “il percorso di formazione dei giovani intellettuali europei prevedeva l’incontro con rovine, cupole e vulcani, alla ricerca del senso del passato: il tutto nella speranza di toccare l’origine ancestrale dell’arte e della bellezza”. E allora? Dall’immagine della cartina è evidente come l’Italia sia il Paese in cui tutti sognano di andare – anche se poi per ragioni diverse non tutti riescono a raggiungerla… Si chiama Caput Mundi no??

Via Laurina 34 – 00187 Roma
Tel:+39 06 874030890
Mail:info@hotelcentraleroma.it

© 2018 Hotel Centrale.

Privacy Policy

Cookie Policy

SCELTO DA