Che l’ingegno italico abbia influenzato in varie epoche la cultura europea (e quindi il mondo, eccezion fatta per la Cina che ha fatto sempre – grande – storia a sé) è cosa nota e più volte da noi ripresa nel nostro blog di Hotel Centrale Roma e anche in quest’occasione di cui stiamo per parlare ne abbiamo una conferma. Questa volta parliamo di Barocco: da Palazzo Barberini 54 opere sono in trasferta al “Palast Barberini” della città tedesca. Federico II di Prussia amava infatti l’arte e costruì addirittura i palazzi per contenerla; per questo edificio prese ispirazione dall’originale romano al punto da dargli lo stesso nome, Palast Barberini

A prova dell’amore sconfinato per l’arte italiana il palazzo, che fu distrutto dai bombardamenti alleati del 1945, venne ricostruito com’era e dov’era tra il 2013 e il 2016. Eccoci dunque la mostra “Wege des Barock”, “Le vie del Barocco”, aperta fino al 6 ottobre 2019 e curata dalle Gallerie Nazionali Barberini Corsini di Roma e dal Museum Barberini di Potsdam, resa possibile grazie ad un prestito eccezionale, per numero e qualità delle opere. E’ naturale che, parlando di Barocco, la star dell’allestimento sia Caravaggio, ma le parole del curatore tedesco chiariscono la ‘portata’ di largo respiro della mostra: “la nostra mostra — spiega Ortrud Westheider, direttrice del museo di Potsdam — presenta lo sviluppo del Barocco a Roma a partire da Caravaggio e la sua diffusione in tutta l’Europa”. Ricordiamo che il nome del palazzo proviene da un mecenate d’eccezione, il cardinale Maffeo Barberini che divenne poi Papa Urbano VIII.

Via Laurina 34 – 00187 Roma
Tel:+39 06 874030890
Mail:info@hotelcentraleroma.it

© 2018 Hotel Centrale.

Privacy Policy

Cookie Policy

SCELTO DA