Archivio tag: cultura roma

Meteoriti: lo spazio comunica a Roma



Inaugurata il 30 settembre, durerà fino al 2 novembre al Palazzo delle Esposizioni di Roma (via Nazionale, 194) la mostra “Meteoriti. Quando lo spazio comunica”; è un'esposizione straordinaria della collezione di meteoriti del Museo di Mineralogia della Sapienza, una delle più importanti al mondo. Le meteoriti sono rocce extraterrestri arrivate sul nostro pianeta dallo spazio e rappresentan...
Continua

I poeti romaneschi: Giuseppe Gioachino Belli e Trilussa



Oltre Pascarella, che è meno conosciuto, sono stati due i poeti romaneschi nati (oltre che vissuti) nella città eterna nell’Ottocento: Giuseppe Gioachino Belli e Trilussa. Il primo nacque nel 1791 e morì nel 1863 mentre il secondo, quasi passandosi la staffetta, visse tra il 1871 e il 1950. Mentre Belli trascorse la vita nell’ombra e i suoi sonetti vennero pubblicati postumi, Trilussa godet...
Continua

La Pop Art di Andy Warhol in via del Corso, a due passi da Hotel Centrale Roma, fino al 28 settembre 2014



A Roma, a pochi metri dall’Hotel Centrale, in via Del Corso 320, è on air (dal 18 aprile) una grande mostra su Andy Warhol, l’artista padre della Pop Art. L’esposizione, all’interno di Fondazione Roma Museo a Palazzo Cipolla, proseguirà fino al 28 settembre e rappresenta un’occasione rarissima per poter vedere uno dei gruppi di opere più importanti dell’artista americano. Le opere p...
Continua

La pubblicità del cibo in mostra a Roma



Fino alla Befana, al Palazzo delle Esposizioni di Roma (Via Nazionale, 194), la mostra “Cibo immaginario. 1950 – 1970: pubblicità e immagini dell’Italia a tavola”, che racconta venti anni di vita e costume del nostro Paese attraverso iconografia, stili e linguaggi della pubblicità del cibo e dei riti del mangiare. Le immagini sono oltre 300 e, oltre a descrivere l’evoluzione dei paradi...
Continua

Roma: riaperte al pubblico le catacombe di Priscilla



Il 20 novembre 2013 hanno riaperto al pubblico, dopo 5 anni di restauro, le catacombe di Priscilla in via Salaria 430 (vicino a Villa Ada), inserite in un complesso che era utilizzato per le sepolture cristiane tra la fine del II e il IV secolo, meravigliose e ricche di affreschi (da quello di Lazzaro con Cristo, l’ultimo venuto alla luce, a quello della defunta orante con Pietro e Paolo). Oltre...
Continua